Nuovo contratto collettivo di lavoro dal 1° gennaio 2020

Il prossimo 1° gennaio entrerà in vigore il nuovo contratto collettivo di lavoro del settore elettrico svizzero. Il contratto è il risultato delle trattative tra i sindacati e EIT.swiss e i cui delegati lo anno approvato lo scorso 12 settembre. Si applica a tutti i membri di EIT.swiss. Partiamo dal presupposto che il Consiglio federale dichiari il conferimento dell’obbligatorietà generale dal 1° aprile 2020, in seguito sarà messa a disposizione una versione cartacea.

Salari 2020

Collegata al nuovo CCL è anche una modifica del sistema salariale che entrerà in vigore il 1° gennaio 2021. Per il 2020 i partner sociali si sono accordati in precedenza per un aumento dei salari reali di CHF 100.-, esclusa l’indennità di rincaro dello 0,1%. Perciò i salari 2020 dovranno essere aumentati di CHF 100.- (per un’occupazione al 100%) più lo 0,1%. I salari minimi resteranno invariati.

CCL precedente

Il contratto collettivo di lavoro 2014–2018 (CCL) è entrato in vigore il 1° gennaio 2014. Rimane vincolante per i non membri di EIT.swiss fino il conferimento del carattere obbligatorio generale.